Blue Flower

PROGETTO CLASSI APERTE
Il progetto classi aperte è nato nell'anno scolastico 2016/2017 per supportare alunni con difficoltà linguistiche e anche per cercare di sperimentare un nuovo tipo di didattica e di gestione della scuola, degli spazi e delle risorse umane. Poiché si tratta di un progetto in fieri è evidente che l'organizzazione, la programmazione, le valutazioni degli studenti hanno delle oggettive difficoltà che vanno considerate per migliorarlo.  Il progetto ha però validità per i docenti di lettere che possono programmare le loro attività per livelli permettendo agli studenti anche un eventuale passaggio durante l'anno da un corso ad un altro.
PERCHE' LE CLASSI APERTE?
Spesso si sente parlare di classi di livello per poter mettere in atto una programmazione in base al livello linguistico degli studenti ma tali classi presentano due problemi: 1) Gli studenti potrebbero cambiare livello nel corso dell'anno scolastico, ma non potrebbero cambiare classe 2) Alcuni studenti possono avere un livello basso in italiano, ma non in matematica o in inglese
Le classi aperte invece permettono: 1) Di cambiare il livello nel corso dell'anno scolastico 2) Di far parte del gruppo di livello basso in una materia e alto in un'altra (e ciò potrebbe essere di stimolo per lo studente) 3) Di rendere consapevole lo studente del suo livello e della possibilità di migliorare
 PROGETTO “CLASSI APERTE” NELL'ANNO SCOLASTICO 2016/2017
Discipline coinvolte:
Italiano nelle classi 1, 2, 3 (due ore in parallelo a settimana); coinvolte 4 prime e 3 terze Matematica nelle classi 1, 2 (due ore in parallelo a settimana) coinvolte 4 prime e 4 seconde Inglese nella classe 3 (due ore in parallelo a settimana) coinvolte tre terze nelle classi 1, 2,3 (due ore in parallelo a settimana) coinvolte quattro prime, Economia aziendale 4 seconde e 3 terze
PUNTI CRITICI EMERSI NELLO SCORSO ANNO SCOLASTICO1) Organizzazione dell'orario e della programmazione condivisa 2) Possibilità che gli studenti si facciano inserire nel livello più basso per lavorare meno 3) Assenza di uno degli insegnanti coinvolti nella sperimentazione 4) Difficoltà nelle classi della sezione C con un'ora in meno di italiano e di matematica (materie fondamentali per le basi dei nostri studenti) 5) Materiale didattico non adeguato 6) Per inglese: preferibile un intervento nel biennio e non nelle classi terze
In base a tali punti critici il progetto è stato così modificato: CLASSI APERTE ANNO SCOLASTICO 2017/2018
PROSPETTO ITALIANO  (per italiano i livelli sono minimo 4 nelle classi I e II e pertanto è necessario un orario parallelo per le 4 classi)
CLASSI I
 IN PARALLELO IN I A, I B, I C, I
D
4 ORE NOTE
I C 1 ora di codocenza con LTT (le classi possono usufruire tutte in questo modo dei laboratori e di un supporto informatico per la produzione scritta
IN PARALLELO II B, II C, II D  4 ORE II C 1 ora di codocenza con LTT (le classi seconde del coinvolte nel progetto possono usufruire tutte in questo modo dei laboratori e di un supporto informatico per la produzionescritta)
II A ACC (la II A ha un'ora in meno di italiano per cui si prevede un rinforzo)
In parallelo 3 ORE RINFORZO DI ITALIANO CON UNA PROGRAMMAZIONE
CONDIVISA CON IL/LA COLLEGA
DI STORIA DELL'ARTE (PER UN
RINFORZO NELL'ASSE DEI
LINGUAGGI)
CLASSE III
IN PARALLELO IN III B E III C 2 OREPROSPETTO MATEMATICA (accoppiate a due)
CLASSE I
CLASSI I
3 ORE IN PARALLELO IN 1 A e in I C La classe I A ha 4 ore di matematica e la I C ne ha tre per cui per la sezione C si prevede un rinforzo)
Rinforzo di matematica in I C (in cui ci sono tre ore settimanali e non quattro)  grazie a una programmazione condivisa con fisica e scienze PER UN RINFORZO NELL'ASSE SCIENTIFICO)
3 ORE IN PARALLELO IN 1 B e 1 D
CLASSI II  MATEMATICA
4 ORE IN
PARALLELO
IN II B e in II D
2 ORE IN
PARALLELO
IN 2 A e 2 C
Rinforzo di matematica in II A E II C con una programmazione condivisa con chimica e scienze PER UN RINFORZO NELL'ASSE SCIENTIFICO perché le classi hanno 3 ore e non 4 di matematica alla settimana)
PROSPETTO ECONOMIA
(PER TUTTE LE CLASSI I E II)
Classe I  CLASSE II 2 ORE IN PARALLELO   2 ORE IN PARALLELOINGLESE
Per inglese spariscono le classi aperte perché si può lavorare in compresenza con i colleghi del potenziamento di inglese. Le docenti del potenziamento (una fa parte anche della commissione intercultura)  si occupano del rinforzo linguistico degli alunni più deboli. Gli alunni vengono individuati dai docenti di classe e i loro nominativi variano a seconda dei risultati via via raggiunti.
PROBLEMA ORARIO, RACCORDO TRA DOCENTI E RACCOLTA MATERIALE:
1) E' stato individuato un referente per materia che si occupa di controllare l'orario, monitorare la programmazione e raccogliere il materiale o i testi semplificati, il materiale prodotto: uno per economia, due  per matematica e tre per italiano. 2) Per fare andare avanti il progetto è importante che, in caso di assenza di un docente,la classe non si faccia uscire prima, si può evitare questo problema usando un docente di potenziamento per le eventuali supplenze. I docenti che mancano (in linea di massima) avviseranno il referente per materia e gli daranno delle verifiche per il gruppo mancante. (Tra i docenti di potenziamento avrà un ruolo centrale la prof. Marciante che fa parte della commissione intercultura e che si occupa di italiano L2).
I CONSIGLI DI CLASSE DELLE CLASSI APERTE:
I docenti delle classi aperte che non sono coinvolti direttamente nella sperimentazione possono curvare i loro programmi in base alle suddivisioni in livelli proposte dai docenti di lettere e di matematica e dare un rinforzo per le competenze di base anche nelle loro discipline (es. con un percorso pluridisciplinare come quello proposto lo scorso anno dalle prof. Casilli Agnelli e Rallo Sulla via della seta)
OPPORTUNITA'
Per dare validità scientifica al progetto e per valutare eventuali punti deboli la scuola potrebbe avvalersi di:
1) Presentazione di “Classi Aperte” come forma di Ricerca-azione al master in Organizzazione e gestione delle risorse nelle istituzioni scolastiche in contesti multiculturali 2) Supporto didattico e formativo della prof. Calamai dell'Università di Arezzo (il rettore dell'Università ha approvato una convenzione con la nostra scuola) 3) Guida e supporto del C.O.S.P.E. con cui la scuola ha un partenariatoORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA'
FASE DI ACCOGLIENZA:
1) Presentazione del progetto il primo giorno di scuola a genitori e alunni; 2) Giornata dedicata alla presentazione del progetto alla presenza di Maria Omodeo (C.O.S.P.E.) e del preside Pan Shili della AICIC (Associazione interscambio culturale italo-cinese)
3) Test di ingresso per valutare il livello in italiano e matematica, elaborazione dei dati e divisione dei gruppi ORGANIZZAZIONE DIDATTICA, PROGRAMMAZIONE
1) Attività condivise da tutte le classi coinvolte (attività di inclusione). Gli studenti possono vedere un film, fare una visita guidata, giochi e feste (fase di motivazione secondo le proposte degli studi di Balboni). Successivamente si passa poi alle attività didattiche, possibilmente sullo stesso argomento, ma con una suddivisione per livelli. 2) Programmazione per livelli linguistici ma possibilmente sullo stesso argomento 3) Produzione di materiale diviso per livelli (eventualmente con parole-chiave in altre lingue, in particolare in cinese perché nella sezione C abbiamo il cinese come lingua curricolare) 4) Attenzione alla lingua dello studio (es. glossario di informatica)
VERIFICHE:
I docenti proporranno verifiche per livelli che verranno condivise, proposte e accettate dai docenti delle classi coinvolte (es. : uno studente della I C è nel gruppo B1 di italiano con un altro docente.
La verifica verrà effettuata dal docente del gruppo B1 ma farà parte della valutazione dello studente della sezione C ).
VALUTAZIONE:
Dopo un certo numero di lezioni, concordato dai docenti, gli studenti potranno cambiare gruppo (passare al livello più basso se necessitano di un rinforzo o nel gruppo più alto se sono migliorati e hanno ottenuto buoni risultati) PROTOCOLLO DI VALUTAZIONE:
Per gli alunni di origine non italiana è stato proposto un protocollo di valutazione che viene utilizzato anche per le classi aperte: I criteri di valutazione per gli alunni coinvolti nel progetto si basano su:1. Una progettazione per livelli di competenze e conoscenze nelle materie coinvolte nel progetto e in misura diversa anche nelle altre discipline 2. Ogni progettazione deve essere finalizzata alla messa a livello degli alunni per raggiungere gli obiettivi minimi previsti nella programmazione disciplinare comune nell’Istituto, nei tempi previsti dal Protocollo di accoglienza, cioè un biennio. 3. Ogni programmazione per fasce di livello deve avere una natura transitoria. 4. Ogni programmazione per fasce di livello deve essere concordata da tutti i docenti di materia delle classi coinvolte.
Su questa base, i criteri di valutazione degli alunni coinvolti nel progetto sono:
1. La frequenza: il docente valuta la presenza dell’alunno in termine di percentuale 2. l’impegno: si valuta l’impegno che l’alunno profonde nel seguire la lezione 3. la cura del materiale: si valuta se l’alunno porta sempre il materiale e se lo tiene in ordine 4. i risultati dei test di verifica a termine ciclo: a termine di ogni step, ogni docente coinvolto dovrà effettuare un test di valutazione sulle conoscenze e sulle competenze su cui ha lavorato.
Al termine l’insegnante decide un voto conclusivo che è una media ponderata dei voti precedenti.Scheda di valutazione
Cognome e nome ____________________________ Classe _______ Step____
Area di valutazione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Frequenza Impegno
Cura del materiale test di valutazione Voto conclusivo
Dopo un certo numero di lezioni e dopo aver deciso un eventuale step i docenti potranno compilare una scheda di  valutazione (anche per decidere un eventuale passaggio di livello) Ogni gruppo docente potrà decidere quale valore dare agli indicatori secondo il modello elaborato e fornito ai docenti dal prof. Ragucci di matematica  durante l'anno scolastico 2016/2017
Il progetto verrà integrato con il progetto “La nuova via”, con il progetto “Cosmopolitan” e con altre attività di rinforzo previste dalla commissione intercultura

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
6
7
8
9
14
15
21
22
23
25
28
29
30